La Tecnica nello Shiatsu

Di Douglas Gattini. Copyright Reg. SIAE

“La cosa più dura: tornar sempre a scoprire ciò che già si sa”

Canetti (scrittore austriaco di origine bulgara, n. 1905)

(Complesso delle norme da seguire nel praticare un’arte, un mestiere, una scienza. Dall’aggettivo “tecnico”, dal greco “tecnicos”: esperto dell’arte)

Nessun discorso è possibile affrontare sull’argomento Shiatsu se non si tiene presente che la conoscenza delle relative tecniche è un passaggio di fondamentale importanza per la realizzazione delle scelte operative e per l’attivazione dei principi che stanno nell’intrinseca potenzialità della nostra disciplina.

La pratica dello Shiatsu non si impara con le chiacchiere ma con le mani! E fin quando con l’impegno assiduo non si ottengono reali risultati che dimostrano di averla acquisita non possiamo dire di conoscerla. La conoscenza dello Shiatsu con il suo linguaggio e le sue caratteristiche intrinseche, passa attraverso una ricerca che segue precise vie esperienziali non sostituibili da alcuna conoscenza teorica. Questa esperienza fondamentalmente è basata prevalentemente sull’apprendimento della tecnica manuale che in maniera chiara e precisa deve essere  imparata e assimilata.

La tecnica Shiatsu è una pratica manuale con specifiche particolarità nell’ambito delle arti per la salute. L’apprendimento di questa disciplina passa attraverso un’intensa pratica di passaggi tecnici stabiliti dalla scuola di formazione, che rappresentano modelli generali di approccio alla pratica Shiatsu per permettere agli studenti di condurre una specifica esperienza che porta all’acquisizione di veri e propri strumenti da utilizzare in seguito nei loro futuri trattamenti professionali. La pratica della tecnica, soprattutto nella prima metà del corso professionale, deve essere eseguita in modo assiduo e ripetitivo fino a quando le mani non arrivano ad agire correttamente e spontaneamente.

Se trovi insicurezza nelle tue mani, smetti subito di pensare a teorie o a strategie possibili. Fai una lunga pratica ripetitiva della tecnica con gli stessi passaggi già conosciuti fin quando questi torneranno ad essere sicuri, fluidi, e dominati dalla tua vigile volontà.

L’obiettivo finale della pratica della tecnica Shiatsu è quella di essere in possesso, in maniera inconfutabile, di un’esperienza che sia strumento affidabile e sicuro nell’esprimere il tuo libero pensiero a seconda della strategia che hai deciso per il tuo ricevente.

L’apprendimento ripetitivo delle tecniche Shiatsu non deve essere però un lavoro fine a se stesso. Senza una formazione culturale della disciplina avremmo solo degli Shiatsuka schiaccia punti, inconsapevoli e ignoranti di ciò che fanno e di ciò che propongono come professionisti. La tecnica dello Shiatsu corrisponde al baco che però, proprio perché ha compiuto il suo lavoro correttamente, permette che lo Shiatsu, come la farfalla, si liberi e voli ai massimi livelli della professionalità.