L’ Amicizia nello Shiatsu

Douglas Gattini. Copyright Reg. SIAE.

“Per il corpo ammalato occorre il medico,
per l’anima l’amico: la parola affettuosa
sa curare il dolore”

Menandro (commediografo greco, 342-291 a.C)
(Dal latino “amicizia”, sentimento affettuoso tra due persone ispirato generalmente da stima e simpatia reciproca.)

Chi pratica e riceve Shiatsu sente anche senza volerlo di far parte di un gruppo sociale che è accomunato da precisi fattori esperienziali. La comunicazione tattile non verbale, il ritrovare la percezione sottile della propria energia, l’emergere di archetipi ancestrali che le stimolazioni sensoriali della civiltà moderna hanno fatto dimenticare, il riferimento ad una tradizione millenaria che ha saputo sempre aiutare l’uomo nelle sue esigenze materiali e spirituale, sono fattori di ricchezza esistenziale unici che accomunano veramente tutti coloro che, per un verso o per l’altro, si sono avvicinati a questa disciplina.

Anche la ricchezza dell’insegnamento della Medicina Tradizionale Cinese, offre a chi pratica Shiatsu un’infinità di occasioni per trovare punti in comune con chi fa lo stesso tipo di ricerca. Sentiamo in qualche modo di essere dei ricercatori che in maniera del tutto laica camminiamo con altri che condividono interessi e voglia di ricercare e progredire. Possono anche avere idee diverse, ma comunque camminano sulla stessa strada dello Shiatsu. La stessa cosa accade nei confronti dei nostri riceventi e persino un ricevente che all’inizio poteva sembrarci antipatico anche dopo solo una seduta di Shiatsu viene percepito diversamente per i cambiamenti che si sono verificati in lui dopo il trattamento.

Tutte questa sensazioni si avvertono sempre chiaramente tra i partecipanti ai convegni della Federazione Italiana Shiatsu perché nasce un sentimento di benevolenza tra coloro che hanno fatto vibrare le stesse energie sia pure con le stesse metodologie. Ci si sente un po’ come degli uccelli che avendo lo stesso tipo di ali volano insieme. I praticanti Shiatsu, di qualsiasi parte del mondo e pur provenendo da tradizioni diverse si sentono in qualche modo somiglianti  tra loro, come musicisti di diverse nazionalità che in un orchestra suonano la stessa musica.

Il legame che nasce tra persone che si interessano allo Shiatsu è un sentimento di amicizia, un’amicizia vera ma distaccata, un modo di relazionarsi in cui chiarezza, responsabilità, disponibilità e cordialità sono gli elementi portanti dell’incontro tra persone, senza per questo andare a toccare necessariamente le vite private. E’ anche vero che tanti si sono conosciuti e innamorati frequentando l’ambiente Shiatsu, alcuni si sono pure sposati, ma, innamoramento e vita privata a parte, lo Shiatsu ha nelle sue potenzialità una grande occasione per costruire rapporti basati su alti valori umani.

L’Operatore Shiatsu è portatore perenne di questa importante bandiera delle relazioni sociali.