I Cinque Movimenti

Di Douglas Gattini. Copyright. Reg. SIAE.

“Tutto scorre e niente rimane immobile”

Eraclito (filosofo greco, 550-480 ca. a.C.)

I Cinque Movimenti sono un riferimento costante dello Shiatsuka nella strategia di lavoro. Quando pratichi Shiatsu dovresti dare spazio al manifestarsi di tutte queste cinque forze; solo così il tuo intervento potrà avere una visione davvero completa.

I Cinque Movimenti sono forze archetipe che risiedono in ogni manifestazione del creato. Fare riferimento ad esse durante una seduta di Shiatsu vuol dire risvegliare la loro energia e il loro fluire dentro di noi e dentro il ricevente. Man mano che procederai nella tua pratica, i cinque elementi cominceranno ad emergere per collocarsi in maniera naturale in ogni cosa con la quale in quel momento intendi relazionarti: un meridiano, un organo, una parte del corpo o il ricevente stesso visto nella sua totalità. Allora potrai renderti conto del modo in cui le cinque forze sono presenti e, soprattutto, quale è il giusto equilibrio tra loro.

Nei confronti del ricevente, a seconda delle sue necessità, potrai mettere in atto un trattamento più “Acqua”, che farà predominare l’aspetto più nascosto della sua energia, quello delle potenzialità innate non manifeste in superficie; oppure un trattamento più “Legno”, per aumentare una mancanza di grinta o sedare un eccesso di intraprendenza; un trattamento più “Fuoco”, laddove tu voglia incoraggiare un Cuore spento o acquietare un eccesso espansivo dello spirito; un trattamento più “Terra”, laddove ci sia bisogno di essere più centrati e più vicini alla leggi del mondo relativo, quello materiale terrestre; un trattamento, infine, più “Metallo”, se senti che occorre aumentare la capacità introspettiva del ricevente, agevolando l’interiorizazzione dell’energia, oppure migliorare il suo rapporto “pelle a pelle” con gli altri.

Affinando sempre di più la tua sensibilità e la tua capacità percettiva sarai in grado di volta in volta di riconoscere il trattamento più idoneo, quello a cui dare più enfasi sempre comunque in una visione ampia che non trascuri l’insieme e andando così a riequilibrare gli aspetti di tutti gli elementi nel corso dei trattamenti, in un graduale fluire dall’ uno all’altro. Ovviamente anche la tua attitudine interiore e pratica sarà adeguata al tipo di trattamento prescelto.

Il tuo trattamento Acqua deve essere veramente immobile e profondo, tu stesso devi essere immobile e profondo, concentrato nei tuoi abissi più nascosti, nelle tue interiorità fisiche recondite, nell’inizio degli inizi…

Il Legno invoca un tipo di trattamento atto a riattivare, a mettere in moto anche con una certa stimolazione decisa per niente “coccolona”. Devi essere molto preciso e determinato per effettuare questo tipo di trattamento e la tua autorevolezza nei confronti del tuo ricevente non deve mancare.

Con il Fuoco lavori alle massime energie posizionate nelle regioni alte, quelle del Cuore, che espande la gioia di essere in armonia con l’altro e di trasmettere positività ai quattro venti. Impregna di questo entusiasmo il tuo trattamento, infondendolo al tuo ricevente.

Nel trattamento Metallo la tua intenzione e di ricondurre le energie al ripiegamento verso l’interno, verso la quiete, verso il basso, verso l’introspezione. Il trattamento Metallo è “prezioso”, è nobile, capace di evidenziare le ricchezze accumulate nella nostra storia passata. Tu devi scoprirle per permettergli la valorizzazione.

Con la Terra fai pulsare le energie ritmiche, nutri il terreno di base dell’organismo, dai consolazione sostanza, struttura e forma per un buon radicamento dello spirito. Il trattamento Terra è molto monotono, quadrato, ma proprio per questo dà enorme sicurezza perché centra, nutre e dà stabilità a tutti gli altri Movimenti.

I cinque Movimenti guidano le mani dello Shiatsuka come le stagioni guidano le forze che si manifestano nella natura.